06887

Ananas

Ananas

Ananas disidratato a fette

L'Ananas Noberasco 1908: tutto il sapore esotico di questo frutto ricco di proprietà benefiche.

Disponibile

€ 5,60

Ricco di Vit. C

La vitamina C, oltre a contribuire alla riduzione della stanchezza e dell'affaticamento, favorisce la protezione delle cellule dallo stress ossidativo.

After-dinner

L'Ananas è un ideale dopo cena.

Rompidigiuno

L'Ananas è uno snack adatto ad ogni momento della giornata.

Dettagli

L'Ananas, uno dei frutti esotici più conosciuti, è coltivato in America Tropicale, Asia, Africa e Australia. Noberasco 1908 permette di gustare in ogni momento questo frutto disidratato, in fette che mantengono il sapore tipico del frutto fresco. La disidratazione del frutto segue un processo che non prevede l'utilizzo di calore e quindi non distrugge la bromelina contenuta nel frutto. La bromelina è un enzima presente nell'ananas cui vengono riconosciute proprietà antinfiammatorie e digestive. L'ananas è inoltre ricco di Vitamina C, nota per le sue proprietà antiossidanti. Gustale da sole per godere del loro sapore esotico o utilizzale per dare un tocco creativo in cucina.

 

Il Frutto

L’Ananas, o Ananasso, è il frutto dell’omonima pianta erbacea perenne appartenente alla famiglia delle Bromeliaceae; mostra un portamento cespuglioso, con dimensioni che si aggirano tra i 50 e i 100 cm. Le foglie sono coriacee di color grigio-verde di forma simile ad una spada e sono dotate di numerose spine. Il frutto di questa pianta è molto particolare: non si tratta, infatti, di un frutto semplice ma di un’infruttescenza, ovvero un insieme di frutti derivanti dagli ovari di una infiorescenza; è caratterizzato da una polpa carnosa e aromatica di colore giallo rivestita da una scorza marrone e tracimata da un ciuffo di foglie verde scuro.
La pianta è originaria del Sud America. Nel 1493, a Guadalupa, Cristoforo Colombo ha visto l’ananas per la prima volta; veniva chiamato “anana” dai nativi che lo coltivavano, pigna delle indie dagli esploratori spagnoli e pigna reale dagli europei che potevano permettersi questo esclusivo frutto.
Gli spagnoli in seguito lo esportarono nelle Filippine e nel 16° secolo raggiunse le Hawaii e Guam. L’ananas sbarcò in Inghilterra nel 1660 e iniziò ad essere coltivato nelle serre europee all’incirca nel 1720; in Inghilterra, Francia e Belgio si producevano magnifici e costosissimi frutti per il consumo locale.
Oggigiorno le principali piantagioni commerciali si trovano nelle Hawaii, nelle Filippine, nell'Asia sud-orientale, in America Latina, in Florida e a Cuba.

Le proprietà e virtù dell'ananas si devono soprattutto alla presenza della bromelina, un enzima proteolitico molto importante e presente sia nel frutto sia soprattutto nel gambo; la sua caratteristica principale è di rendere facilmente digeribili anche le più complesse proteine.
La bromelina è molto più indicata rispetto a qualsiasi farmaco antinfiammatorio, in quanto non è assolutamente tossica e la sua assunzione evita così spiacevoli effetti collaterali derivanti dall'uso di farmaci. Gli acidi organici, contenuti nell'ananas, hanno una funzione diuretica in grado di contrastare efficacemente la ritenzione idrica; per questo motivo l'ananas è il frutto più consigliato nella diete per combattere o prevenire la cellulite.
Attenzione se si vuole beneficiare degli effetti della bromelina, è utile ricordare che è sensibile al calore e perde ogni sua proprietà con la cottura, per cui i suoi benefici vengono meno in prodotti come marmellate, crostate e ogni altro prodotto derivante da cottura.
L’ananas è utile a tenere sotto controllo i valori glicemici e il colesterolo. Il frutto ha, infatti, una concentrazione minima di zuccheri e carboidrati che lo rende adatto a chi soffre di diabete. Inoltre la presenza di fibre riduce l’assorbimento del colesterolo nel sangue, e quindi permette di evitare le gravi malattie causate dall’accumulo di colesterolo “cattivo” .

 

CURIOSITÀ


Origine
Al Museo Nazionale Romano di Roma è conservato un pavimento a mosaico di epoca romana la cui datazione è stimata fra il I secolo a.C. ed il I secolo d.C. Vi è raffigurato un cesto pieno di frutta, tra cui spicca sulla parte destra del cesto una figura molto simile all'ananas: il tipico colore, la caratteristica infiorescenza a spiga e le scaglie. Ad incuriosire è proprio la possibile presenza un frutto originario dell'America tropicale, giunto in Europa solo dopo i viaggi di Cristoforo Colombo.
Acquistare una buona ananas
Per valutare un ananas è necessario controllare che la scorza, soda e priva di tagli e macchie, sia di un brillante colore verde cangiante in giallo-oro-arancione; perché se la scorza è troppo sul verde è indice di frutto troppo acerbo contrariamente se ha un colore marrone è segnale di frutto troppo maturo. Il suo profumo deve essere intenso, foglie del ciuffo devono essere di colore verde brillante e la parte inferiore del frutto deve essere più matura e colorata rispetto al resto.
Ananas in tutte le lingue del mondo
L'ananas è stato chiamato dagli inglesi “pineapple” per la sua assomiglianza ad una pigna (pine) e per il suo cuore pieno di succo, che ricorda la mela (apple).
In altre lingue, tra cui l’italiano, ha preso il nome di “ananas”, che deriva dal paraguiano “nana”, che significa "frutto eccellente”.
In antichità veniva chiamato “anana” dai nativi che lo coltivavano, “pigna delle indie” dagli esploratori spagnoli e “pigna reale” dagli europei che potevano permettersi questo esclusivo frutto.
Simbolo di ospitalità
Ai tempi delle prime spedizioni coloniali verso il nuovo continente, gli indigeni avevano l’abitudine di accogliere i visitatori appendendo l’ananas all’ingresso delle proprie abitazioni in segno di benvenuto.

Dichiarazione nutrizionale

Per 100 g di parte edibile

  • Energia 1211kJ - 285kcal
  • Grassi 0,0 g
    • di cui acidi grassi saturi 0,0 g
  • Carboidrati 69,1 g
    • di cui zuccheri 65,4 g
  • Fibre alimentari 3,3 g
  • Proteine 0,6 g
  • Sale 0,75 g
  • Vit. C 30,6 mg

Ingredienti

ananas, zucchero, regolatore di acidità: E330, conservante: anidride solforosa
Può contenere tracce di arachidi e di altra frutta a guscio.
Non contiene glutine


I consigli dello Chef

  • Immergi le sue fette in un vino bianco o in un passito.
  • Utilizzalo come base per i tuoi gelati.
  • Crea la tua carne in agrodolce.
  • Varia i tuoi classici canditi.
  • Disponi le sue fette su un impasto di torta margherita.

Acquisti facili e sicuri

Abbiamo scelto i circuiti
di pagamento più affidabili

Assistenza Clienti

dal Lunedì al Venerdì
dalle 9.00 alle 19.00

Spedizione Gratuita

Con una spesa minima di 35 Euro

Cookies: Utilizziamo i Cookies per offrirvi la migliore esperienza di shopping,
continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Per maggiori informazioni clicca qui.

© Noberasco® S.p.A. | P.iva 01270390097 | Credits

Attendere prego...




  Loading...